6. Pranzo alla russa di 50 coperti dato dal corpo decurionale della città di Torino. Torino, 1° marzo 1848.
240×200 mm. Menu litografico su carta. Lista dei piatti entro elaborata cornice decorativa con vedute e nella elaborata cornice con cartigli inneggianti a Carlo Alberto con raffigurazioni agli angoli di scene legate alla firma per la Lega Doganale del 3 novembre 1847 fra Piemonte, Toscana e Stato Pontificio: in alto a sinistra la sfilata delle delegazioni e, sotto, un treno della progettata linea che doveva collegare Torino, Milano, Bologna, Firenze e Roma. Altre scene sono invece legate alla visita del 4 dicembre 1847 di Carlo Alberto a Genova: in alto a destra l’arrivo del Re in città e in basso una veduta del porto. In testa stemma coronato della città di Torino, mentre i serti fitormorfi ai lati sono avvolti da cartigli che recano le invocazioni ‘Viva l’Italia. Viva Carlo Alberto’ e ‘Il Corpo Decurionale riconoscente al Re’. (Lit. Doyen, Torino).
Menu dalla straordinaria importanza storica, testimone ‘oculare’ e puntuale di uno dei momenti fondamentali della storia italiana moderna: il primo marzo 1848 si celebra a Torino questo pranzo all’interno dei festeggiamenti per lo Statuto Albertino che verrà proclamato appena tre giorni dopo. Il banchetto, servito ‘alla russa’, venne curato dall’allora proprietario dell’Hotel Europa Bernardo Trombetta. [BAR]

Menu