4G. L’Europa al Quirinale

Il Palazzo del Quirinale, uno dei luoghi principali in cui si svolge la vita della Repubblica italiana, è, dal 1948, la sede in cui il Presidente della Repubblica svolge le sue funzioni; incontra le alte cariche istituzionali; riceve i regnanti e i capi di Stato; invita le delegazioni estere, i rappresentanti degli altri Stati e degli organismi internazionali; accoglie gli esponenti della società civile; ascolta i cittadini.

In occasione di ricevimenti, colazioni e pranzi di Stato offerti dai Presidenti della Repubblica, la tavola, animata da ingredienti, pietanze e sapori della cucina tradizionale regionale, contribuisce alla promozione della conoscenza della storia e della cultura enogastronomica del Quirinale, sino a diventare una vetrina internazionale di prodotti provenienti da ogni parte d’Italia, ma anche cifra narrativa, attraverso questi prodotti, della storia del nostro Paese. L’Archivio storico della Presidenza della Repubblica, l’Istituto che conserva gli archivi dei Capi dello Stato italiano, ha reso disponibile una selezione proveniente dalle collezioni dei Menu del Quirinale, scegliendo di richiamare l’attenzione sulle cerimonie e gli eventi che hanno segnato gli impegni dei Presidenti della Repubblica sul versante della integrazione europea.

La Sezione comprende, protocolli, piazzamenti a tavola, menu, brindisi e fotografie relative a Colazioni e Pranzi di Stato offerti al Palazzo del Quirinale dai Presidenti della Repubblica in occasione di eventi legati all’Europa e alle sue Istituzioni.

Ancora prima della nascita della CEE, il Presidente Luigi Einaudi offre una Colazione ai Ministri degli esteri della Comunità Europea di Difesa istituita nel 1952 (210).

Il 25 marzo 1957 vengono firmati in Campidoglio a Roma i Trattati istitutivi della Comunità Economica Europea. L’Italia è uno dei 6 Paesi fondatori, insieme a Francia, Germania Occidentale, Belgio, Lussemburgo e Paesi Bassi: per il nostro Paese firmano il Presidente del Consiglio Antonio Segni e il Ministro degli affari esteri Gaetano Martino. In questa occasione non si svolge alcuna cerimonia al Quirinale, ma nello stesso 1957 il Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi riceve in visita di Stato i Presidenti di Francia e Germania, René Coty e Theodor Heuss (211).

Per il breve mandato presidenziale del Capo dello Stato Antonio Segni si sono scelte due Colazioni offerte ai Presidenti delle Assemblee legislative e al Cancelliere tedesco Konrad Adenauer (212).
Nel settennato Saragat cade il decennale dei Trattati di Roma, celebrato al Quirinale con un Pranzo di Stato offerto a tutte le personalità politiche presenti nella capitale, mentre nel 1971 il Presidente della Repubblica riceve anche i Ministri dei Paesi candidati all’adesione (213): nel 1973 infatti la Comunità si allargherà a 9 membri con l’ingresso di Regno Unito, Danimarca e Irlanda.

Il successivo Presidente Giovanni Leone incontra spesso rappresentanti delle Istituzioni Europee: Commissione, Parlamento Europeo e Ministri degli esteri; infatti sono presenti in mostra documenti relativi a ben 5 eventi (214).

Per il mandato di Sandro Pertini, invece, si è scelto materiale documentario relativo a una Colazione offerta ai Ministri della CEE in un’altra sede presidenziale, Villa Rosebery a Napoli, alla quale però il Capo dello Stato non partecipa (215).

Nel 1990, durante la Presidenza di Francesco Cossiga, inizia il Semestre italiano di Presidenza del Consiglio delle Comunità Europee e in tale occasione viene offerta una Colazione nella Tenuta di Castelporziano, un’altra delle sedi della Dotazione Presidenziale (216).

Con il Presidente Oscar Luigi Scalfaro si celebra il quarantennale dei Trattati di Roma con una Colazione al Quirinale il 25 marzo 1997 (217), mentre il Presidente della Repubblica Ciampi festeggia con un Pranzo l’inizio del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio della UE nel 2003; importantissimi poi, con Carlo Azeglio Ciampi, gli eventi legati alla presentazione del progetto e alla successiva firma del Trattato Costituzionale dell’Unione Europea, rispettivamente nel 2003 e nel 2004 (218). Con Giorgio Napolitano si celebrano i 50 anni della firma dei Trattati di Roma, il 25 marzo 2007 (219).

L’attuale Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, infine, il 17 marzo 2017 offre una colazione al Quirinale ai Presidenti dei Parlamenti dell’Unione Europea in occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma e il 25 marzo ai Capi di Stato e di Governo. Insieme a quest’ultimo sono esposti anche i menu dell’incontro con i Capi di Stato di Spagna e Portogallo per il Simposio COTEC Europa del 2015 e della Riunione del Gruppo Arraiolos del 2021 (220 e 221).

(Testo fornito dall’Archivio Storico del Quirinale)

Menu