393. Benvenuto Presidente. Pranzo offerto a Giorgio Napolitano da Casa Artusi. Forlì, Palazzo della Prefettura, 7 gennaio 2011.
210×100 mm. Menu a stampa digitale su carta gialla.
‘Anno di grazia 2011, ricorrono i 150 anni dalla nascita dell’ Italia unita e i 100 anni dalla morte di Artusi, due anniversari assai lontani, ma legati da un filo comune, poiché il forlimpopolese Pellegrino Artusi diede, con il suo manuale pratico per famiglie, La Scienza in Cucina e l’Arte di Mangiar Bene’, un riconosciuto contributo alla costruzione linguistica e gastronomica della nazione. Così quando il Presidente Giorgio Napolitano venne a Forlì per le celebrazioni dell’Unità d’Italia, pur non a cuor leggero, ci sembrò naturale che fosse proprio Casa Artusi ad organizzare il pranzo a lui dedicato, nel bellissimo palazzo storico della Prefettura.
Per il menu, graficamente semplice, si scelse la più classica sequenza di portate romagnole, contrassegnate, come sempre in Casa, dal numero della ricetta riportata nella quindicesima edizione del manuale senza tempo. A partire dai Crostini di tartufo’, principii artusiani, ovvero cosette appetitose per iniziare il pasto, le ricette rappresentano la più tradizionale e identitaria cultura gastronomica romagnola. Non potevano quindi mancare i cappelletti all’uso di Romagna, ricetta n. 7 (a cui si aggiunge, per chi vorrà leggere, il gusto dell’ironia del racconto artusiano che mai si scorda di regalarci anche buon umore) e pure la nostra piadina che rappresenta in effetti “il pane nazionale dei romagnoli” che piace a tutti. i ‘Tordi finti’ poi esprimono un omaggio a tutte le donne che nel tempo, anche in tempi di magra, non hanno mai rinunciato, fra i fornelli domestici, ad offrire con fantasia e inventiva, cibo buono e diverso. E per i vini, si è proposta una piccola selezione della straordinaria produzione romagnola, i vitigni, dal Centesimino all’Albana e al Sangiovese erano quelli al tempo di Pellegrino Artusi. Un ricordo, non solo quello del vino, persistente’. [ART]
Testo di Laila Tentoni, Presidente Casa Artusi

Menu