338. Governo del Regno Unito – Olympic Games. London, Grafton Galleries, 24 luglio 1908.
155×110 mm. Menu tipografico su carta entro chemise in cartoncino chiusa con nastro. In copertina impresso stemma reale in oro a rilievo.
Siamo agli ultimi giorni dei giuochi del 1908 e si è appena verificato il noto episodio dell’italiano Dorando Pietri, arrivato primo al traguardo della maratona ma squalificato per essere stato sostenuto dai giudici di gara che l’avevano soccorso dopo averlo visto barcollare, stremato dalla fatica. “Ieri sera il Governo ha offerto un primo banchetto al Comitato dei giuochi olimpici. … Sir Edward Grey, che aveva alla sua destra l’ambasciatore di Turchia, ha fatto un brindisi a re Eduardo, che prende così grande interesse allo sport ed ai giuochi olimpici. Lord Desborough fece un brindisi ai giuochi olimpici e disse che gli stranieri venuti a concorrere a Londra porteranno nel loro paese sulla vecchia Inghilterra dei sentimenti che non avrebbero certamente mai provato. Questi giuochi contribuiranno molto all’armonia internazionale. L’oratore rende un grande omaggio alla corsa compiuta dall’italiano Dorando, che ha fatto valere in un modo splendido la fondatezza e la reputazione valorosa della sua razza. Quella d’oggi è stata una bella corsa. Egli esprime il suo rincrescimento sincero che Dorando non abbia guadagnato il premio. Desborough invita in seguito tutti i presenti a bere all’Italia ed alla vittoria del corridore italiano benché il fatto di essere stato sostenuto nello stadium gli abbia fatto perdere il diritto a qualsiasi premio nella corsa. Il barone de Coubertin ha risposto dicendo che benché il giuoco leale fosse la base essenziale dei giuochi olimpici nella Grecia antica, ieri a Londra si poteva dubitare che qualche incidente fosse avvenuto. Il migliore sentimento non è sempre quello che consiste nel guadagnare il premio, ma piuttosto di avere coscienza che si è combattuto lealmente. Lord Desborough annunzia in seguito che la Regina desidera felicitare l’italiano Durando, che pur non avendo guadagnato la corsa di Maratona è tuttavia giunto primo. Queste ultime parole sono accolte da applausi prolungati”. La Regina Alessandra di Danimarca premierà Dorando con una coppa d’argento il giorno della chiusura dei giuochi. [BAR]

Menu