164. Margherita di Savoia, colazione familiare. Roma, Palazzo Margherita, 22 aprile 1908.
154×110 mm. Menu manoscritto su cartoncino prestampato in litografia con stemma di Margherita di Savoia.
Il motu proprio di Vittorio Emanuele riguardava ovviamente i pranzi di corte, nel privato ciascuno era libero di usare la lingua che preferiva e la Regina madre Margherita che non approvava di sicuro l’iniziativa del figlio continuerà ad usare per i suoi menu la lingua francese. Come stemma Margherita usa lo scudo a rombo (tipicamente femminile) bipartito Savoia-Savoia (casato sia di nascita che del marito), incorniciato da cordoni oro-azzurri che formano diversi nodi Savoia, il tutto sormontato dalla corona reale. In questa occasione l’ex sovrana ha un ospite importante, la Principessa Letizia Bonaparte giunta proprio quel mattino a Roma. Si riconferma la struttura tipica della colazione, anche se le Rissole appartengono più alla categoria degli antipasti caldi che dei primi piatti; sono in pratica dei piccoli ravioli fritti di pasta brisée farciti con carne tritata (o pesce per i giorni di magro), che assomigliano ai nostri panzerotti. A seguire troviamo un’omelette, una cotoletta di vitello con insalata e tartellette alle albicocche. [LIB]

Menu